La Pillola Rossa. L’illusione e la realtà.

“You take the red pill… and I show you how deep the rabbit-hole goes…”

Corrado Malanga: Abductions, Anima, Universo e dintorni

Posted by Stefano su mercoledì 27 febbraio 2008

alienpic.jpgMi interesso di Ufologia da parecchi anni. Ricordo ancora le prime conferenze a cui ho assisitito e i primi testi letti sull’argomento. Proprio due giorni fa ho finito di leggere un libro molto particolare scritto da un personaggio molto particolare (mi scuso per la ripetizione ma serve per dare l’idea). Si tratta di Alieni o Demoni – La Battaglia per la vita eterna di Corrado Malanga.

Ricercatore e Docente di Chimica Organica presso l’univeristà di Pisa, Malanga è a mio modo di vedere una delle figure più interessanti nel mondo dell’ufologia moderna, in particolare nell’ambito dei fenomeni di Abductions o Rapimenti Alieni, che studia con tecniche di ipnosi regressiva, Programmazione Neurolinguistica (PNL), grafologia e visualizzazioni. Lo vidi per la prima volta parecchi anni fa a Milano durante una conferenza organizzata dal Gruppo Stargate Toscana, l’organizzazione da lui fondata dopo la fuoriuscita dal CUN, il Centro Ufologico Nazionale. Mi piacque molto il suo approccio multidisciplinare e le sue teorie innovative sulla struttura dell’universo, di cui parlerò più tardi. Potete trovare i suoi articoli nei siti web www.sentistoria.org e www.ufomachine.org.

Il libro, con una quantità impressionante di informazioni, raccoglie le sue conclusioni sul fenomeno delle Abductions, di cui è un esperto studioso ormai da decenni, e devo dire che lo scenario che delina è decisamente inquietante, al punto che potrebbe essere perfetto per la sceneggiatura di un film di fantascienza. Cercherò ora di condensare fino all’osso gli argomenti principali trattati nel libro.

La Teoria del SuperSpin

Secondo la Teoria del SuperSpin di Malanga-Pederzoli il nostro Universo può essere espresso in termini di Spazio, Tempo, Energia e Coscienza. I primi tre costituiscono la componente virtuale o mutabile della realtà, mentre la Coscienza la parte reale o immutabile. Ed è proprio la Coscienza, tramite atti di volontà, a generare lo Spazio, il Tempo e l’Energia, potendo così interagire con l’Universo ed alterarne le leggi locali. Dunque la realtà non sarebbe altro che un’illusione o, in accordo con la teoria dell’Universo Olografico di David Bohm, un gigantesco ologramma: quello che percepiamo con i nostri sensi è la proiezione di un sistema più complesso, dove tutto coesiste contemporaneamente e i concetti di Spazio, Tempo ed Energia vengono a cadere.

Anima e le componenti dell’Uomo

L’Anima è alla base del pensiero di Malanga. Cerchiamo di capire di che cosa si tratta. L’essere umano può essere descritto come la somma di quattro componenti: Corpo, Spirito, Mente e Anima, ciascuna delle quali è formata da tre delle componenti viste poco fa. In particolare l’Anima è formata da Spazio, Energia e Coscienza. Questo cosa implica? L’Anima, essendo priva della componente temporale, è immutabile, immortale, non sa mentire e conosce solo il linguaggio universale degli Archetipi. La sua forte componente coscienziale le permette di poter afferrare la struttura stessa dell’Universo. Ma questa sua unicità è proprio quello che gli alieni vanno cercando…

Lo scopo delle Abductions

Qual è dunque il senso di tutto questo? Qual è la motivazione dietro al fenomeno delle Abductions? La risposta di Malanga è questa: gli Alieni non hanno l’anima, dunque cercano negli esseri umani proprio quello che loro non hanno e che può renderli immortali. Ma c’è di più: non tutti gli esseri umani hanno l’anima! Questa è forse la parte più difficile da digerire di tutto il pensiero di Malanga, ma in base ai dati da lui raccolti sembra proprio che sia così. Anzi, la maggior parte degli esseri umani non la possiede, e il non averla comporta scarsa coscienza di sè e incapacità di vedere le interconnessioni tra le cose. Questo argomento andrebbe ulteriormente approfondito, ad esempio ho sentito dire da Igor Sibaldi, un profondo conoscitore delle scienze esoteriche (del quale parlerò in futuro), che anche gli Gnostici affermavano la stessa cosa.

Razze aliene e tipi di interferenze

Malanga nel corso degli anni ha individuato ben dodici razze di alieni che interferiscono con gli esseri umani. In questa sorta di “bestiario cosmico” le razze principali sono: Saurodi, Orange, Grigi, Esseri di Luce, Sei Dita. Ciascuno ha le proprie caratteristiche fisiche, psicologiche e la propria sfera di influenza. Ad esempio i Grigi, i classici alieni di bassa statura con grandi occhi, non sarebbero altro che esseri artificiali clonati agli ordini di altre razze.

Vi sono poi svariate modalità di “interferenza” con gli esseri umani. La più semplice è l’utilizzo del cervello umano come dispositivo di backup per conservare le memorie aliene alla ricerca di una pseudo-immortalità del pensiero. Questa modalità è detta MAP (Memoria Aliena Passiva) e sovente, durante il trasferimento della memoria, l’addotto viene duplicato per sicurezza nella cosiddetta stanza dei cilindri, ampiamente descritta da tutti i soggetti sotto ipnosi. Una seconda modalità di parassitaggio è quella tipica dell’Essere di Luce: l’agganciarsi direttamente allo Spirito dell’addotto potendone influenzare il comportamento. In questo caso siamo in presenza di una MAA (Memoria Aliena Attiva), una vera e propria volontà autonoma. Questo scenario è la base delle teorie cospirazioniste che vanno sotto il nome di NWO (New World Order) secondo le quali una stretta elite economico-finanziaria controllata dagli alieni regge il destino del mondo intero, con lo scopo di dirigere e controllare le nostre vite.

Esistono poi rapimenti di giovani donne a scopo di fecondazione, che non sono altro che il tentativo di “agganciare” l’Anima al DNA alieno, e per finire vi è il grande sottocapitolo della presenza di militari “collusi” con il potere alieno, il cui ruolo è ancora poco chiaro. Forse si tratta di un patto segreto di scambio di poteri e sfere di influenza (ed è qui che si inserisce l’argomento dei microchip alieni con cui si potrebbe controllare “remotamente” il malcapitato). Ma da dove deriva la capacità di fare tutto questo? Abbiamo detto che l’universo percepito è virtuale. Gli alieni sarebbero dunque capaci di modificare la virtualità, ad esempio fermando localmente il tempo e “prelevando” indisturbati l’addotto. Manipolando lo spazio possono per esempio passare attraverso le pareti, proprio come nei racconti sotto ipnosi. Insomma, c’è una vera e propria “fisica delle abductions” che Malanga descrive scrupolosamente e che potete trovare in questo articolo.

Il lavoro sugli addotti e conclusioni

Malanga, nel corso degli anni, sembra aver trovato una serie di metodologie per liberare gli addotti dal parassitaggio alieno e impedire il ripetersi dei rapimenti. Attraverso l’ipnosi delle singole componenti Mente Spirito e Anima, tutte e tre dotate di Coscienza e dunque ipnotizzabili separatemente (interessante la possibilità di dialogare letteralmente con loro), l’addotto prende sempre più consapevolezza di sè e del problema. Spesso vengono messi sotto ipnosi le stesse MAA aliene, tecnica che ha permesso di ottenre una mole di dati finora impensabile su questi esseri. Vengono usate anche tecniche di PNL particolari che permettono di rivedere come in un film – ma da un’angolazione differente – tutte le fasi del rapimento (l’inconscio registra ogni cosa e non è capace di mentire). Il metodo SIMBAD (Self Induced Method for Blocking Abductions Definitively) infine, tramite la costruzione nella Mente di una realtà virtuale dove le diverse componenti della persona si ritrovano attorno ad una tavola rotonda, permette di modificare direttamente la virtualità ed eliminare il problema attraverso dei veri e propri atti di volontà dell’Anima.

E’ proprio quest’ultimo secondo me il punto più interessante del libro e una delle conclusioni più accattivanti. Tramite la volontà creatrice dell’Anima possiamo modificare la realtà circostante, annullando di fatto le abductions: se la consapevolezza è abbastanza elevata basta l’atto di volontà di rifutarsi di andare con loro e di volerli espellere in caso di parassitaggio per eliminare definitivamente il problema. Questa parte delle teorie di Malanga hanno numerosi risvolti nell’esoterismo, nella psicanalisi, nella fisica quantistica, dimostrando come sia necessario un approccio multidisciplinare nell’affrontare un argomento così complesso. Apprezzo Corrado Malanga per la sua apertura mentale e il suo non fossilizzarsi in un solo aspetto del problema. Si può anche non essere d’accordo con le sue conclusioni, ma credo che sappia dimostrare curiosità verso tutti gli aspetti dell’esistenza. Chissà, forse tutto quello che ho scritto potrebbe essere il frutto di una serie di menti malate e schizofreniche, tra cui anche quella dell’autore del libro, ma mi sembra una conclusione troppo semplicistica.

Ma siamo sicuri che una cosa non è vera solo perché non è credibile secondo la scienza ufficiale o il pensiero dominante? Non potrebbe essere anche una questione di scarsa conoscenza dei fatti?

Sono mille le questioni che il libro solleva. Ad esempio tutti gli alieni sono negativi? I cosiddetti “contattisti” che vedono negli alieni degli esseri superiori che si preoccupano dell’evoluzione del nostro pianeta hanno preso un abbaglio? E ancora: fino a che punto gli alieni avrebbero influenzato i potenti della terra? Che rapporto c’è tra gli alieni e le religioni e gli dei delle scritture di tutto il mondo?

In questo post ho fatto una toccata e fuga degli argomenti principali del libro, ma servirebbero molte ore per parlare di ciascuno di essi e di come siano stati sviscerati profondamente dall’autore. Quello che mi interessava fare era dare un quadro generale della situazione.

Ho sempre apprezzato chi sa gettare dei ponti tra le discipline più disparate. Corrado Malanga, con le sue ricerche in un ambito sicuramente non convenzionale, si è guadagnato la mia stima.

Annunci

15 Risposte to “Corrado Malanga: Abductions, Anima, Universo e dintorni”

  1. Francesco said

    Desidero ringraziare Stefano per l’ottimo lavoro di sintesi eseguito su questo testo, del quale sono stato il curatore, e proporre un visita nel sito http://www.chiaralunaedizioni.it.
    Oltre ad “Alieni o demoni” vi troverete anche “Importa che tu legga”, che è interamente basato sul lavoro di Malanga e propone una linea d’azione da seguire per far fruttare al meglio, sul piano concreto, i dati emersi dal suo lavoro.
    Ancora grazie, Stefano, per il tuo contributo.

    Francesco Padolfi Balbi

  2. Stefano said

    Francesco, sono io che ti ringrazio per le tue parole di apprezzamento, per me sono un onore e mi stimolano ad approfondire ancora di più questo argomento.
    Ho visto sul vostro sito il libro Non importa che tu legga, e sembra davvero interessante. Come mai la scelta di lasciare anonimo l’autore?

    Grazie ancora!

    Stefano

  3. anna said

    ho letto ed apprezzato una mente aperta e non giudice a riguardo di esperienze diciamo strane perchè se un individuo vede oppure le capita di perdere ore del suo vissuto e ne parla , tutti si ergono come inquisitori perciò e meglio guardare ed essere consapevoli di ciò che le capita ,tanto di risposte non esistono

  4. michele said

    mi sembra che sul web ci sia di frequente (forse troppo) l’intenzione di farci credere che i grigi o chi per essi, ci vogliano per forza fregare o colonizzare o addirittura annullare… ma mi sembra tanto un operazione di cover up dove per chissà quale motivo qualcuno è interessato solo a dici che gli “altri” sono solo cattivi che ci vogliono rovinare l’esistenza. MMMMa forse, essendo un po’ più evoluti, forse sanno che non conviene essere così provincialotti come l’uomo e forse sono spinti da qualche serio interesse costruttivo a noi. Credo che se vogliano o avessero voluto farci del male non avrebbero avuto problemi a sferreare un (scusate il termine un po’ stupido) attacco mondiale a risultato sicuro…. quindi diciamo la verità… noi non sappiamo ancora bene cosa vogliono o cosa cercano e quindi cerchiamo nella nostra mente limitata la risposta. L’ignoto fa’ sempre paura. Chi non ha paura di qualcosa di sconosciuto. Se lo sconosciuto ci volesse bene? Noi non ce ne renderemo conto perchè siamo provincialotti. Chi vuole convincerci che “loro” sono cattivi, sono i più provincialotti di tutti perchè non sperano nel positivo nell’ignoto. Forse hanno ragione ma senza sapere nulla come si fa’ a dare un giudizio? Siate ottimisti o siamo veramente fottuti.

    Rispondete su
    michele.nevadacom@gmail.com
    agenzia di grafica e comunicazione

  5. Stefano said

    @Anna: non credo che di risposte non ce ne siano… non ce ne sono di definitive, come in ogni indagine seria, e soprattutto in questo campo ancora così “giovane”. Malanga ha dato la sua visione dei fatti, ti invito ad approfondire l’argomento anche con i lavori di altri studiosi.
    @Michele: secondo me bisogna distinguere le interferenze con i contatti. Malanga si è occupato prevalentemente di interferenze e rapimenti, il lato oscuro della questione della presenza aliena sulla terra. Dalle testimonianze il quadro che emerge è inquietante, non penso si tratti di cover-up ma semplicemente di deduzioni in base ai racconti. E non è detto che se gli alieni siano “negativi” allora debbano per forza distruggere il pianeta in puro stile hollywoodiano. Potrebbero “attaccarci” in un altro senso, per esempio (vedi Malanga) cercando di sfruttare le potenzialità dell’essere umano come la nostra parte animica per scopi personali.
    Esiste poi il capitolo dei contatti e degli incontri con entità extraterrestri positive e interessate all’evoluzione della razza umana. Attenzione: Malanga non si occupa di questa parte (non ho ancora capito se non gli interessi o la ritenga insensata o addirittura inesistente). Comunque ci sono testimonianze anche da questo punto di vista, quindi in senso ottimista come dici tu (si veda “Base Terra” di Timothy Good). Attenzione sempre a distinguere la robaccia dagli studi seri!

    Saluti.

  6. tiziano said

    bene, tutti malanghiani.. 8 )

  7. Max said

    Non solo Malanghiani.
    Persino Icke parla di una Coscienza Infinita, di una matrice e di realtà e virtualità, Thompson parla di testimonianze di interferenze aliene ed UFO nell’antica cultura vedica, Fred Alan Wolf vede il tempo allo stesso modo di come viene descritto da Malanga e da Bohm, ciò che riguarda l’ipnosi è stato studiato prima da Erickson, la PNL non nasce con Malanga e via così.

    Ci sono un po’ troppi tasselli al loro posto, mi pare..

  8. Roberto said

    Ho letto “Alien Cicatrix” che a quanto ho capito vedendo una conferenza su Youtube di Malanga è la stessa cosa di “Alieni o Demoni”. In pratica è lo stesso libro con titoli diversi.
    Confermate ?

    Ciò che mi interessa a questo punto è andare a trovare il Prof. e capire di più sul suo metodo.
    Se il metodo è corretto allora la teoria va presa sul serio. Il punto cardine è proprio questo: il metodo.

    Che poi il risultato dei suoi studi rasenti l’assurdità questo non è importante laddove il metodo usato sia valido.

    Qualcuno è andato a trovare il Prof. ?
    Che può dirci sul metodo che usa ?

  9. andrea said

    non si riesce piu a capire da chi ci dobbiamo gurdare alle spalle… l’ uomo o gli allieni?… il problema penso che sia molto piu tragico…. mi devo guardare intorno da tutto e da tutti… perchè qui c’è in atto una manipolizazione delle poche menti ancora libere che pensano per se.. e prendono in considerazione le testimonianze ma non se ne fanno una vera ragione perchè non si sa se le fondamenta in cui si appoggia i primi pensieri la macchina del cervello.. siano giuste.cmq parlando del libro… mi piace molto… perchè lo trovo molto realistico.mi piacerebbe parteciparre a qualche seminario di malanga.

  10. Stefano said

    Ciao a tutti, mi fa piacere che questo post abbia riscosso il vostro interesse. Mi scuso se rispondo con questo ritardo, dopo le vacanze mi serve un po’ di tempo per carburare ^__^.
    @Max: grazie per le precisazioni. Credo che Malanga sia un uomo di grande cultura e curiosità, provate a leggere i suoi vari scritti reperibili online. Spazia dalla scienza all’esoterismo, dagli antichi misteri all’attualità con grande bravura ed è al corrente delle teorie e idee più moderne in questi campi.
    @Roberto: Confermo che Alien Cicatrix è la stessa cosa di Alieni e Demoni, ma mi sembra che quest’ultimo sia più aggiornato e coerente. Se devi scegliere tra i due ti consiglio il libro, non costa tanto ed è anche più pratico da leggere! Riguardo al suo metodo diciamo che intanto lui lavora nel mondo dell’ipnosi da parecchi anni, quindi non è uno sprovveduto. Poi pare che le sue tecniche risolvino e migliorino quelle passate, nelle quali il paziente poteva tra l’altro essere influenzato dall’ipnologo. Io non sono mai andato a trovarlo, mi piacerebbe prima o poi!
    @Andrea: non essere così preoccupato! Conoscere la verità è il primo passo per non essere una vittima del sistema. Conoscendo e studiando questo problema e tutto ciò che ha a che fare con la verità delle cose saprai valutare chi ti sta intorno, quello che leggi e quello che ti viene detto.

    Un saluto a tutti

  11. di passaggio

    Grazie, ottimo post

    ^_^

  12. Complimenti! Ottima recensione ed osservazioni.

  13. Cristian said

    Io non capisco l’ odio riscontrato in rete per Malanga…passino gli adepti del CUN e del Cicap – da lui sbugiardati- ma gli altri? Non dico che sia obbligatorio credergli acriticamente ma sicuramente ascoltarlo(attentamente)…lo merita poiché, da quanto ne so, non lo fa certamente per lucro e nemmeno per qualche recondito fine…

  14. Stefano said

    Cristian, sono d’accrodo con te. Se in rete si riscontra un certo odio per Malanga credo sia dovuto anche al fatto che i suoi studi e le sue conclusioni sono controcorrente e soprattutto difficili da accettare. Ma chi è davvero interessato alla conoscenza è disposto sempre a mettersi in discussione e a scavare in profondità. Malanga a mio parere è una buona opportunità per tutti i ricercatori.

  15. Priscilla said

    scusate non ho seguito molto ma, vorrei sapere se tutti noi me compreso abbiamo Anima ???
    Anima chi è? é il nostro vero Io Superiore con il quelle dopo che moriamo raggiungiamo il paradiso?

    Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: